lunedì 10 dicembre 2007

Laurent, questo sconosciuto. Suo il primo gol in un Mondiale

Segnare il primo gol nella storia dei Mondiali di calcio e vivere da (quasi) perfetto sconosciuto. E' quello che successe a Lucien Laurent, che, se fosse ancora vivo, oggi compirebbe 100 anni. Il suo momento di gloria arrivò il 13 luglio 1930. In Uruguay (a Montevideo, dove si giocarono tutte le partite) cominciava il primo «mundial». Le squadre erano 13 e nove erano americane. Per l’Europa c’erano solo Francia, Jugoslavia, Belgio e Romania. La trasferta costava troppo per molti, Italia compresa. Le britanniche avevano detto no perchè si sentivano superiori. La prima partita, Francia-Messico, fu giocata davanti a meno di mille spettatori. Era inverno e nevicava. Dopo 19 minuti un lungo rinvio del portiere francese finisce a Chantrel che lancia l’ala Liberati. Il suo cross cade sui piedi di Laurent che tira al volo dal limite dell’area e batte il portiere Bonfiglio. La partita finirà poi 4-1 per la Francia, ma i Bleus perderanno per 1-0 le partite successive contro Argentina e Cile e saranno eliminati. Laurent si fa male contro l’Argentina e il suo mondiale finisce lì. Nella rosa francese c’era anche il fratello Jean, che non giocò neanche un minuto. Il mondiale lo vinse l’Uruguay battendo in finale (4-2) l’Argentina. Sul podio anche Usa e Jugoslavia.Ma chi era Lucien Laurent? Un piccoletto soprannominato «petit Lulu», alto un metro e sessantadue, con la maglia numero 10, che faceva l’operaio alla Peugeot. Era nato a Saint-Maur-des-Fosses il 10 dicembre 1907, non lontano dalla capitale; aveva cominciato a giocare nel C.A. Paris e si era poi trasferito al Sochaux, dove c’era la sede della Peugeot. Il piccolo centrocampista si allenava al mattino e lavorava in fabbrica al pomeriggio. La rete segnata a Montevideo lo rese famoso, ma solo in seguito. Lui stesso raccontò di non essersi reso conto, sul momento, dell’importanza di quel gol. Laurent, tuttavia, non diventò un veterano della nazionale. Per i bleus giocò solo dieci partite segnando anche un’altra rete, nel 1931 contro l’Inghilterra, ma non partecipò ad altri mondiali. Alla fine della carriera giocò nel Besançon, squadra della quale divenne anche allenatore. A Besançon, dove aveva anche aperto una birreria, Laurent è morto l’11 aprile 2005, a 98 anni. Pochi anni prima, nel 1998 (l’anno dei mondiali vinti dalla Francia), aveva ancora calciato il pallone, dando l’avvio ad una partita amichevole fra il Sochaux e il Saint-Etienne.

Nessun commento:

zebrabianconera10 zebrabianconera10 Se vuoi scambiare il banner contattami, ti invierò volentieri il codice via mail
SCAMBIO BANNER
BubbleShare: Share photos - Delicious Christmas Recipes.