domenica 22 giugno 2008

Soffiate su quei ceri!!!

Spagna-Italia è ormai una sfida a tutto campo, non solo nel calcio, ma anche, per così dire, nella vita: lo testimoniano le battute del premier iberico Zapatero - sicuro che con un bel 3-2 il soprasso sul Bel Paese sarà completo - e la conseguente risposta del capitano non giocatore azzurro Fabio Cannavaro, che ben conosce la penisola iberica: «Vinciamo noi 1-0 così loro rosicheranno di più». Oggi anche Cristian Panucci - che conosce bene la Spagna, ha vissuto a Madrid (dove ha giocato per il Real) ed è stato sposato con una donna iberica - ritorna sulla sfida a distanza (in attesa che arrivi domenica sera) affermando con sicurezza: «In campo vinciamo noi, ma nella vita politica, economica e sociale è una "derrota", una disfatta». Il primato nel calcio all'Italia, quindi, per tutto il resto gli spagnoli sono nettamente in vantaggio, sostiene Panucci, malgrado Gennaro "Ringhio" Gattuso la pensi diversamente, puntando il dito contro i matrimoni omosex promossi da Zapatero. La temperatura del confronto è calda il giusto, ormai, come nella migliore tradizione dei nostri due Paesi latini. Una tensione che, a dire il vero, non risparmia nemmeno lo spogliatoio iberico: lo dimostra il litigio avvenuto durante l'allenamento odierno tra il difensore Sergio Ramos ed il ct Luis Aragones. Il motivo scatenante sono state le parole dell'allenatore delle Furie Rosse, che aveva detto che «Ramos è un grande calciatore, ma a volte fuori dal campo fa cose che non dovrebbe», in riferimento ad alcune foto che ritraevano il difensore al pub o in discoteca durante uno dei giorni liberi avuti in Austria. La seduta della Spagna è cominciata con un colloquio di dieci minuti a centrocampo fra Aragones ed i giocatori, e ad un certo punto Ramos ha cominciato a sbracciarsi e discutere animatamente con il tecnico. Il colloquio è salito di tono, così è intervenuto Marchena che ha allontanato Sergio Ramos dal tecnico. Si mostra sicuro delle qualità delle Furie Rosse, invece, l'oggetto del desiderio dei club di mezza Europa, l'attaccante Fernando Torres, pur riconoscendo che, a questo punto del torneo, la storia e l'esperienza contano molto: «Anche se sulla carta l'Italia è favorita - dice il calciatore del Liverpool - noi non abbiamo paura: non temiamo il palmares e non temiamo i giocatori avversari». In Spagna, però, i tifosi cominciano già a mobilitarsi, facendo gli scongiuri .Tra le tante iniziative scaramantiche, curiosa e molto divertente è la creazione del sito internet www.sancuartos.com dove è possibile accendere una candela ad un santo immaginario inventato dai tifosi, "San Cuartos", San Quarto, protettore dei quarti di finale: «Con San Cuartos pasaremos», recita l'effigie del santo, vestito con una mantella giallo-rossa, al quale sono state finora accesi oltre tre mila ceri. Sullo stesso sito un sondaggio con i 10 motivi per cui bisogna battere l'Italia: non solo perchè non succede da 88 anni, ma anche perchè gli italiani sono i re del gioco sporco, non solo per vendicare Luis Enrique messo ko da Tassotti, ma anche per salvare l'onore della sorella di Zidane dopo gli insulti di Materazzi ai Mondiali di Germania.
CHE LA SFIGA SIA CON VOI, AMABILI NEMICI...

2 commenti:

JuveInside ha detto...

CIAO SONO STEFANO DI Juveinside.
E' FINITO IL CAMMINO DELLA NAZIONALE AGLI EUROPEI MANNAGGIA VA' !
IL MIO BLOG E' TORNATO BIANCONERO E MI FAREBBE PIACERE SE LO GUARDI HO MESSO UN POST MOLTO INTERESSANTE SUL DOPO-DONADONI E SULLA JUVE CHE VUOLE QUARESMA.
CIAO E FORZA JUVE .

COMPLIMENTI PER I VIDEO E IL POST.

Stefano
Juveinside.blogspot.com

zebrabianconera10 ha detto...

Passerò molto volentieri, caro Stefano :-)
Grazie per tutto!

zebrabianconera10 zebrabianconera10 Se vuoi scambiare il banner contattami, ti invierò volentieri il codice via mail
SCAMBIO BANNER
BubbleShare: Share photos - Delicious Christmas Recipes.