domenica 28 settembre 2008

Esistono anche le sostituzioni...


Raccogliamo l'ennesimo pari di questo inizio campionato. Stiamo seguendo le orme dell'Inter di Roberto Mancini di qualche anno fa, quando riuscì a battere il record italiano di pareggi nel girone d'andata del campionato di serie A.
Ranieri è più preoccupato a punzecchiare Mourinho che non a far giocare bene (e crescere) la sua "creatura".
Dei fatti personali di Ranieri con l'allenatore portoghese, detto con la massima sincerità, non me ne frega nulla.
Ogni tanto deve sforzarsi di ricordare cosa vuol dire allenare una squadra con un patrimonio di 14 milioni di tifosi sparsi per lo stivale, oltre a tutti quelli presenti in Europa e nel resto del mondo. E alla storia che questa società si è costruita nel corso di più di 100 anni.
Se all'epoca del suo siluramento al Chelsea ci furono degli screzi con l'attuale allenatore dell'Inter, questi sono solamente fatti (suoi) personali.
All'inizio la cosa non mi interessava, ma - da tifoso juventino - inizio ad essere stufo di queste "frecciatine" a Mourinho, alle quali poi seguono delle "bordate" vere e proprie.
Che - peraltro - mi trovano anche d'accordo. Si è già fatto dare del "vecchio di 70 anni", ora del "rimbambito" che in 5 anni di lavoro svolto in Inghilterra non è riuscito a capire come si dicesse "buon pomeriggio" piuttosto di "buon mattino".
Dove vuol arrivare? Vuole innervosirlo? Pensa davvero che - continuando così - l'Inter smetta di vincere da un momento all'altro?
Sono d'accordo anch'io (su quanto sostenuto da molti) che Mourinho sia esageratamente "venerato" dalla stampa italiana (soprattutto dalla "Gazzetta dello Sport"): ogni cosa che fa sembra sia un miracolo della natura. Manca solo che (senza voler essere blasfemi) si inizi a sostenere che gli appunti che prende durante le partite in realtà siano nuove rivisitazioni dell'Antico Testamento...
A tutti questi complimenti - naturalmente - seguiranno dei "massacri mediatici" nel caso in cui l'Inter non dovesse vincere qualcosa di importante. Ma la personalità e l'ego del portoghese sono talmente forti che, comunque, nel caso riuscirà a passare anche sopra questo.
Che Ranieri lo lasci in pace. E che pensi a vincere con la Juventus.
Non mi reputo un intenditore, l'ho sempre detto.
Ma ho sempre immaginato che ogni allenatore che possiede una buona rosa si debba giocare le proprie partite con 14 giocatori.
Deve utilizzare - in pratica - SEMPRE i 3 cambi a sua disposizione.
Queste erano (e sono) una prerogativa di Lippi.
Pazienza lo scorso anno: quando ti giravi verso la panchina, ti veniva da piangere.
Ma ora i giocatori forti li abbiamo pure lì.
E DEVONO essere usati: se una partita non si sblocca o se qualcuno è a corto di energie.
Come Camoranesi ieri. Non ce la faceva più, si girava su se stesso con la palla perchè non riusciva ad affondare.
E Giovinco rimaneva in panchina...
A questa Juve (piena di muscoli e carattere) serve QUALITA'.
L'abbiamo.
In panchina. Seduta.
Ho sempre apprezzato (e continuo a farlo) Ranieri come persona prima ancora che come allenatore.
Spero solo di non dover cambiare idea.

SAMPDORIA-JUVENTUS 0-0
SAMPDORIA (3-5-1-1): Mirante; Lucchini (35' s.t. Bottinelli), Gastaldello, Accardi; Stankevicius, Sammarco, Palombo (29' s.t. Dessena), Franceschini, Pieri; Delvecchio (43' s.t. Bonazzoli), Cassano. (Castellazzi, Ziegler, Fornaroli, Padalino). All. Mazzarri.
JUVENTUS (4-4-2): Manninger; Grygera, Mellberg, Chiellini, Molinaro; Camoranesi, Poulsen, Sissoko, Nedved; Amauri, Del Piero (28' s.t. Iaquinta). (Chimenti, Salihamidzic, Knezevic, Giovinco, De Ceglie, Tiago). All. Ranieri.
ARBITRO: Rizzoli.
NOTE: spettatori:28.000 circa, di cui 7005 paganti, per un incasso lordo di 270.390 euro. Ammoniti: Gastaldello, Lucchini, Mellberg, Camoranesi. Recupero: 0' p.t. e 4' s.t..

8 commenti:

marco99 ha detto...

Sono d'accordo praticamente su tutto!!
speriamo che non debba cambiarla anche io, anche se sono già sulla buona strada..

Zebra87 ha detto...

Completamente d'accordo con te!
Spero sia solo una piccola sbandata iniziale perchè anch'io ho sempre stimato Ranieri e vorrei continuae a farlo.Per me è un buon tecnico,ma delle volte fa errori a mio parere grossolani.Alla fine mettere in campo almeno Giovinco cosa gli sarebbe costato?Tanto Camoranesi è come se non ci fosse stato in campo...
Un saluto da Zebra87

yashal ha detto...

Ranieri non può permettersi di tenere in panchina GIOVINCO. ciao

zebrabianconera10 ha detto...

Grazie a tutti per la visita ed i commenti.
Stavolta siamo d'accordo sui due punti fondamentali: i cambi - se te li puoi permettere e hai gente stanca - li DEVI fare; Giovinco in panchina è un delitto...
A presto ;-)

Massim. ha detto...

Tutto giusto Zebra.
In effetti, più che il risultato, quello che ha indispettito un po' tutti è stata questa mancanza di voglia di provare a vincere la partita cambiando qualcuno, dando uno scossone.

zebrabianconera10 ha detto...

Grazie massim. per la visita ed il commento ;-)
Lippi vinse i campionati capendo prima degli altri l'importanza di "osare" in campionati con le vittorie premiate dai 3 punti.
Ed il Milan vittorioso di stasera - che con 9 punti in 3 partite ci ha già raggiunti - ne è l'esempio lampante...
A presto!!!

Colombina ha detto...

Non lo sa, Ranieri è convinto che si possa sostituire un solo giocatore a partita... Non si può cavolo non si può...

zebrabianconera10 ha detto...

Quanto mi sono arrabbiato per quelle sostituzioni...

zebrabianconera10 zebrabianconera10 Se vuoi scambiare il banner contattami, ti invierò volentieri il codice via mail
SCAMBIO BANNER
BubbleShare: Share photos - Delicious Christmas Recipes.