giovedì 7 febbraio 2008

Cragnotti: la verità su Lazio-Inter

ROMA, 7 febbraio - «Io non so se in quel campionato successe qual­cosa di strano, come sostiene Moratti, ma vi ga­rantisco che quel 5 maggio l’Inter perse lo scudetto da sola, sbagliando tutto e non approfittando di una Lazio che aveva già staccato la spina. I miei si sen­tivano già tutti in vacanza». Sergio Cragnotti, ex presidente biancoceleste, tor­na indietro nel tempo e riapre il libro dei ricordi. Una testimonianza unica di un pomeriggio che è en­trato nella storia del calcio italiano: l’Inter il 5 mag­gio del 2002 perse uno scudetto già vinto. «La squa­dra nerazzurra si presentò all’Olimpico come si af­fronta una partita tra scapoli e ammogliati. Si era preparata male, anzi, non si era proprio preparata. Probabilmente aveva passato tutta la settimana a festeggiare altrimenti non mi spiego il suo atteggia­mento durante quella partita». Cragnotti, a cosa si riferisce? «Ma vi ricordate l’Olimpico? Ottantamila tifosi ne­razzurri, eppure almeno quarantamila erano della Lazio. Tifavano tutti per la squadra di Moratti, an­che la nostra curva, tanto noi avevamo staccato la spina e con loro eravamo gemellati. L’Inter non era concetrata, altrimenti avrebbe vinto senza sforzo».
(Fonte: Corriere dello Sport.it)

Di tutte le persone che potevano accorrere in nostro soccorso nella risposta corale (società, giocatori, tifosi) alle allucinanti esternazioni rilasciate da Moratti domenica scorsa, l'ultima che mi potesse venire in mente era proprio Cragnotti. Con queste affermazioni il cerchio si chiude.
Povero Moratti: non lo capisce proprio nessuno...

Nessun commento:

zebrabianconera10 zebrabianconera10 Se vuoi scambiare il banner contattami, ti invierò volentieri il codice via mail
SCAMBIO BANNER
BubbleShare: Share photos - Delicious Christmas Recipes.