giovedì 5 giugno 2008

Chelsea, non ti resta che Mancini

Dicono che Abramovich, questa volta, si sia arrabbiato per davvero. Ma come si possono rifiutare i suoi petrodollari? Incomprensibile, in effetti, eppure, da qualunque parte la si voglia guardare, quello che appare è sempre lo stesso. Che il suo Chelsea - e i suoi soldi - hanno perso fascino. Basta sfogliare la rosa del Paperone russo per farsene un'idea.
Hughes: "Grazie, ma vado al City"
Ancelotti: "Molto gentile, ma resto al Milan"
Rijkaard: "Siete stati carini a pensare a me, ma mi prendo volentieri un anno di pausa"
Lippi: "Il Chelsea? Macché, torno solo per la Juventus o per la Nazionale"
Hiddink: "Anche dopo gli Europei voglio continuare con la Russia"
Spalletti: "Ma avete una vaga idea di quanto sia bella Roma".
Insomma, cinque tecnici contattati e non uno che ci abbia almeno pensato un po' su. Questo, almeno, fino a oggi. Non basta: dalla piovosa, e magnifica per la verità, Londra, sono anche i giocatori che vogliono scappare. Da Drogba a Sheva, da Lampard a Carvalho. Tutta gente in attesa di chiamate da Spagna o Italia. Basta che ci sia il sole - penseranno - e li si può pure capire. Il tutto nonostante una stagione non brillantissima, ma certamente positiva. Chiusa, per chiarirci, con due secondi posti - in Premier e Champions - che non fanno curriculum, ma la dicono lunga sulla qualità dei Blues. E allora cos'è che si è rotto? Forse nulla o forse non è tutto, semplicemente e come pensa Abramovich, una questione di soldi.
Sta di fatto che i nomi rimasti nel taccuino del patron del Chelsea sono ormai solamente due: Felipe Scolari e Roberto Mancini. Sul primo è tutto da vedere anche se il suo temperamento nomade potrebbe facilmente convincerlo ad accettare l'avventura Premier League. Sul secondo ci sono alcune certezze. Primo: è libero. Secondo: gradirebbe la destinazione. Terzo: è un allenatore vincente. Quarto, purtroppo, Abramovich continua a trascurarlo. Dicono, gli stessi che hanno parlato di un Abramovich stizzito, che l'onda lunga della separazione non esattamente consensuale tra l'Inter e Mancini non sia stata vista di buon occhio dal clan londinese. Hanno, insomma, preso Mancini come un piantagrane e hanno pensato bene di sondare il terreno con il "resto del mondo". Già, solo che ora l'imbuto si è ristretto: hai visto mai che tocchi al Mancio?
Domandina semplice semplice: ma se è un allenatore vincente, perchè è a spasso? Ma li ha vinti veramente tre scudetti di fila?
Possibile che Abramovich non se ne sia accorto? E gli altri presidenti? Il Real, il Barça, il Bayern... Perchè nessuno fa follie per averlo? Eppure si sapeva da mesi che Mourinho sarebbe arrivato all'Inter... Solo Mancini non se n'era accorto? Un uomo distrutto... Solo...
Vabbè dài... Non è proprio solo: c'è Oriali con lui...
Attento Mancini!!! Con lui non si sa mai cosa ti può accadere.... E' bravo, ma ogni tanto si lascia prendere la mano...


4 commenti:

marco99 ha detto...

se c'è oriali è già qualcosa, almeno non avrà problemi se dovesse servigli un passaporto.... eheh

zebrabianconera10 ha detto...

Speriamo stavolta Palazzi se ne accorga... :-)
Ciao Marco!!!

christian ha detto...

si qui fanno tutti gli indiani per non andare in guerra

zebrabianconera10 ha detto...

Giusto... :-)
Ciao Christian!

zebrabianconera10 zebrabianconera10 Se vuoi scambiare il banner contattami, ti invierò volentieri il codice via mail
SCAMBIO BANNER
BubbleShare: Share photos - Delicious Christmas Recipes.