domenica 24 agosto 2008

Altro che Russia... Ecco le vere campionesse!!!


PECHINO, 24 agosto - La Russia ha conquistato la medaglia d'oro nel gruppo della ginnastica ritmica alle Olimpiadi con 35,550 punti. L'argento è andato alla Cina con 35,225 punti, mentre il bronzo è andato alla Bielorussia (34,900). L'Italia (Elisa Bianchi, Fabrizia D'Ottavio, Marinella Falca, Daniela Massironi, Elisa Santoni e Anzhelika Savrayuk) ha chiuso al quarto posto con 34,425 punti.
LE LACRIME - Sei azzurre in lacrime al palazzetto della ritmica: «Lottare così contro la politica non ci sta, ci alleniamo otto ore al giorno e se avessimo sbagliato oggi ci saremmo prese la nostra responsabilità. Ma siamo state brave e non meritiamo di essere fuori dal podio», è tra i singhiozzi che Elisa Santoni, una delle ragazze della ginnastica ritmica commenta il quarto posto dell'Italia. «Hanno distrutto un sogno - ha aggiunto l'azzurra Anzhelika Savrayuk - eravamo venute qui per vincere e non siamo neanche saliti sul podio». La rabbia della ragazze italiane è contro la giuria che ha alzato il punteggio di Russia e soprattuto Cina, oggi d'argento.
LA RABBIA - «Si vedeva dall'inizio che doveva vincere la Russia». Il presidente della Federginnastica, Riccardo Agabio, non ha gradito per niente il quarto posto delle azzurre nel gruppo della ritmica: «Marinella Falca ha parlato di mafia delle giurie? Ha ragione - ha continuato Agabio - la Bielorussia ha avuto una valutazione corretta, la Russia è stata sovrastimata; eccessiva poi la considerazione per la Cina. Quale sarebbe stato il podio più giusto? Bielorussia, Italia, Russia (nei fatti c'è stato l'oro alla Russia, l'argento alla Cina e il bronzo alla Bielorussia, ndr)». «Spero che il presidente della federazione internazionale, Bruno Grandi, trovi le soluzioni al problema - ha aggiunto Agabio - altrimenti questo sport è destinato, se non a sparire, a non essere considerato. Quando si arriva a queste finali e c'è già un pregiudizio a favore di qualcuno vuol dire che c'è un problema».

4 commenti:

marco99 ha detto...

non posso dare un parere in quanto come sai ho boicottato le olimpiadi che per quanto mi riguarda non ci sono mai state.
Però questa notizia è molto grave, e dimostra che avremmo fatto meglio a starcene a casa.
ciao!
:)

zebrabianconera10 ha detto...

L'Olimpiade l'ho seguita poco anch'io per il tuo stesso motivo.
Però qualche giorno fa, distrattamente, ho notato l'esibizione di queste campionesse: mi è venuta la pelle d'oca.
Mi piace tutto ciò che è classe, eleganza e che ti trasmette emozioni.
Queste ragazze sono stae eccezionali.
Non solo meritavano l'oro: meritano - in generale - più attenzioni dai media.
Sono degli esempi da seguire.
Un abbraccio Marco ;-)
A presto!!!

il Duca ha detto...

Ciao Zebra.
Le ho viste anch'io. Ho visto la loro esibizione. Mia moglie, incantata, le ha definite "fenicotteri". Poi le ho viste piangere, ed ho ascoltato le loro parole e quelle dei tecnici della compagine italiana. Sono, ed hanno dimostrato di essere, vere atlete, sportive nella più completa accezione del termine. Non è giusto quanto è accaduto. Quattro anni di preparazione, di sacrifici a fronte di compensi praticamente nulli, vanificati non per il merito delle avversarie, ma a causa di una sorta di "mafia politica".In studio, fra i giornalisti sportivi ed ex atleti invitati dalla RAI, una proposta inconsueta mi ha dato da pensare: fuori dalle scatole i giudici "tradizionali", via da questo tipo di competizioni. Il compito di giudicare le varie prove dovrebbe essere affidato agli atleti stessi.
Forse, in tal modo, a sei splendidi fenicotteri sarebbe stato tributato il giusto riconoscimento.

zebrabianconera10 ha detto...

Grazie Duca: come al solito hai fatto un commento stupendo.
E l'idea della quale hai parlato mi piace moltissimo.
Un abbraccio!!!
Ciao!

zebrabianconera10 zebrabianconera10 Se vuoi scambiare il banner contattami, ti invierò volentieri il codice via mail
SCAMBIO BANNER
BubbleShare: Share photos - Delicious Christmas Recipes.