venerdì 28 dicembre 2007

Calcio/bilanci: il Profondo Rosso dell'Inter manda la Serie A in apnea

Roma, 28 dicembre - La Serie A chiuderebbe l'anno con un bilancio in attivo, se non fosse per il ''rosso'' dell'Inter, che nel 2006/07 ha registrato un passivo di 206 milioni di euro. Proprio oggi il quotidiano 'La Repubblica' ha pubblicato i conti delle Societa' di calcio di Serie A. Particolamente felici le casse del Milan, che dal -24,9 della stagione 2004/05 si sono riempite, fino a far registrare un attivo di 2,4 milioni. Bene anche la Juventus che, passata la bufera Calciopoli, e' riuscita a riassestare i conti: dalle perdite della stagione 2005/06 (45 milioni di euro circa) ha arginato le perdite portandole ad appena -0,1. Bene anche Roma (+10,1 nel 2006/07) e Lazio (nella scorsa stagione ha chiuso con +1,4) che hanno ''incassato'' persino i complimenti del sindaco Walter Veltroni: ''La Roma e' una societa' che si e' rimessa a posto nel corso di questi anni. Abbiamo cercato di sostenere lo sforzo che Rosella Sensi e il presidente Sensi hanno fatto. Anche la Lazio ha rimesso a posto i suoi conti. E questa e' una cosa importante'', ha commentato il leader del Pd a margine di una conferenza stampa. Il ''profondo rosso'' della societa' nerazzurra fa pero' inabissare i conti della serie A a -192 milioni di euro. Il presidente nerazzurro, Massimo Moratti, e' stato costretto a correre ai ripari, annunciando un nuovo aumento di capitale di 105 milioni. Nei giorni scorsi, nel corso della conferenza prima della sosta natalizia, il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete, ha sottolineato proprio l'ottimo stato di salute di cui godono i nostri club, annunciando di aver avuto un incontro con i dirigenti dell'Agenzia delle Entrate sui problemi dell'IVA e la decisione di monitorare attraverso un organo tecnico, d'intesa con la Covisoc, anche la questione della valutazione dei calciatori in sede di mercato, al fine di contrastare il fenomeno delle plusvalenze fittizie. ''Un altro atto importante - ha riferito ancora il presidente della Figc - riguarda il provvedimento legislativo relativo ai diritti televisivi che ha concluso un lungo iter''. Ed e' proprio la stretta dipendenza dai diritti tv la nota piu' dolente del calcio italiano, dato che rappresentano ancora la maggiore fonte di introiti per le societa' calcistiche: per il Milan sono pari al 58% delle entrate, per l'Inter al 44%, per la Juve al 49,9%, per la Roma al 60% e per la Lazio al 20,1%. Interessanti, infine, gli stipendi pagati dai club ai calciatori: l'Inter in testa con 151 milioni, il Milan con 125, la Juve con 95 milioni, la Roma con 64 milioni e la Lazio che chiude con 28 milioni di euro.
Si commenta da sé....

Nessun commento:

zebrabianconera10 zebrabianconera10 Se vuoi scambiare il banner contattami, ti invierò volentieri il codice via mail
SCAMBIO BANNER
BubbleShare: Share photos - Delicious Christmas Recipes.